Panasonic GH5: come attivare il profilo V-Log L

Ecco la procedura per acquistare il profilo V-Log L e attivarlo sulla Panasonic Lumix GH5. L’operazione non è lineare come ci si aspetterebbe: vediamola nel dettaglio.

Il profilo V-Log L permette di sfruttare una gamma dinamica più estesa in fase di ripresa e avere file più lavorabili in postproduzione. Il profilo non è però attivo di serie sulla Panasonic GH5 (mentre lo è sul modello GH5S): l’upgrade può essere acquistato dal sito di Panasonic per circa 100 euro.

La procedura si divide in due fasi: l’acquisto online e l’attivazione sulla fotocamera.

1. Acquisto del codice per attivare il profilo V-Log L

Per prima cosa apriamo la pagina dello shop Panasonic. A differenza di quanto si possa pensare ciò che si compra non è l’aggiornato vero e proprio ma un codice che verrà spedito per posta ordinaria (!!!), con il quale ottenere l’aggiornamento.

Dopo aver effettuato l’ordine arriva una prima mail che conferma l’ordine. Poi una seconda informa che il prodotto non è al momento disponibile e che dopo un paio di giorni avrei ricevuto una comunicazione con indicazioni precise sulla spedizione. Dopo due giorni lavorativi ricevo puntualmente la conferma della spedizione e la fattura fiscale.

A distanza di altri due giorni arriva (per posta ordinaria) il “prodotto”.

Il codice, inserito in una busta nera sigillata, è imballato insieme alle istruzioni cartacee all’interno di due scatole di cartone. Sul manualetto c’è scritto di non aprire il sigillo prima di aver letto le norme contrattuali… ovviamente l’ho letto dopo aver rotto il sigillo! 😀

Imballo del codice per ottenere l'aggiornamento V-Log L
Imballo del codice per ottenere l’aggiornamento V-Log L

Una volta in possesso del codice si può passare all’attivazione.

2. Attivazione del profilo V-Log L

Tempo richiesto: 15 minuti.

Attivare il profilo V-Log L su Panasonic Lumix GH5

  1. Operazoni preliminari

    Accendete la fotocamera con una scheda di memoria inserita.
    Verificate che il firmware della fotocamera sia aggiornato. Per controllare se corrisponde con quello installato sulla GH5 aprite MENU > SETUP (il sottomenu con l’icona della chiave a forchetta) > VERSION DISP.
    Se il body firmware è quello più recente proseguite entrando in MENU > SETUP > ATTIVA > ESPORTA CODICE DI SERIE. Il file serial.lst verrà salvato nella scheda di memoria nel percorso PRIVATE\PANA_GRP\PAVC\LUMIX\ACTV.
    Spegnete la fotocamera ed estraete la scheda di memoria.

  2. Attivazione

    Inserite la scheda SD nel computer poi aprite questa pagina web. Cliccate su sfoglia per recuperare (dalla scheda di memoria) il file seriale che avete generato poco fa e salvato nel percorso PRIVATE\PANA_GRP\PAVC\LUMIX\ACTV. Premete il bottone upload per proseguire.

    Nota: se cliccando sul link non si dovesse aprire la pagina riprodotta qui sotto, cliccata su “DMW-SFU1/AG-SFU41” e dovreste visualizzarla.Schermata per l'upload del serial della Panasonic Lumix GH5

  3. Inserimento del codice ricevuto

    Nella schermata successiva vi verrà (finalmente) chiesto di inserire il codice ricevuto per posta.

    D’ora in poi descriverò la procedura a memoria, in ogni caso le istruzioni passo passo fornite dall’applicazione web sono chiare.

  4. Generare il file di attivazione

    Una volta inserito il codice potrete (generare e) scaricare il file active.lst.
    Importante: il file dovrà essere salvato nella scheda di memoria nello stesso percorso del file serial, ovvero PRIVATE\PANA_GRP\PAVC\LUMIX\ACTV. Rimuovete (in modo sicuro) la scheda SD dal computer e inseritela nella fotocamera.

  5. Importare il codice di attivazione

    Accendete la GH5 e da MENU > SETUP > ATTIVA > IMPORTA CODICE ATTIVAZ. importate il codice generato. Apparirà un messaggio che vi dirà di spegnere e riaccendere la fotocamera.

  6. Verifica

    Quando l’avrete riaccesa, con la ghiera posizionata su modalità video creativa, andate in MENU > IMMAGINI IN MOVIMENTO (il sottomenu con la macchina da presa) > STILE FOTO e selezionate il profilo V-LOG.

Panasonic avrà avuto le sue buone ragioni per pensare questo meccanismo, certo non si può dire che sia immediato…

CONDIVIDI

Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE