PhotoLab 3: i nuovi strumenti. Conviene acquistare l’aggiornamento?

8 Marzo 2020 - Categoria: Software

DxO PhotoLab 3 è il programma per lo sviluppo dei file RAW e per l’editing fotografico prodotto da DxO. Nella terza versione sono stati aggiunti alcuni nuovi strumenti e perfezionati altri già esistenti.

Sulle novità in Photolab 3 ho realizzato anche un video nel quale mostro con esempi pratici cosa accade nell’utilizzo reale sul computer quindi vi consiglio di guardarlo per una spiegazione più dettagliata. In questo articolo presento invece una panoramica generale delle nuove funzionalità introdotte e do il mio parere sulla convenienza o meno di fare l’aggiornamento alla versione più recente.

VIDEO: DxO Photolab 3: nuovi strumenti. (Aggiornarlo o no?)
VIDEO: DxO Photolab 3: nuovi strumenti. Aggiornarlo o no?

PhotoLab 3: nuovi strumenti

HSL: nuova ruota dei colori

La più grande novità di PhotoLab 3 è il rinnovato pannello HSL (Hue, Saturation, Luminance). Gli slider poco flessibili della vecchia versione vengono sostituiti da una ruota dei colori ben più precisa e raffinata nella selezione di un intervallo cromatico.

Vecchio e nuovo pannello HSL: PhotoLab 2 (sx), PhotoLab 3 (dx).
Vecchio e nuovo pannello HSL: PhotoLab 2 (sx), PhotoLab 3 (dx).

Accanto alle tre regolazioni di tinta, saturazione e luminanza appare un nuovo slider: Uniformity (uniformità) che serve a uniformare, appunto, aree in cui percentuali più piccole di colore vanno a interrompere la continuità del colore predominante. Questa funzione può essere utile soprattutto a chi fa ritratto se vuole uniformare gli incarnati.

Se da una parte il nuovo pannello HSL è una novità apprezzata, soprattutto da chi ha bisogno di intervenite selettivamente sulle tinte, dall’altra sembra una funzione che ha ancora margini di miglioramento, uno su tutti l’impossibilità di selezionare un colore direttamente cliccando su un punto della foto. I principali software concorrenti (Capture One e Lightroom) possono già farlo.

Local Adjustments (regolazioni locali)

Delle regolazioni locali avevo già parlato nell’articolo DxO PhotoLab: sviluppo dei file RAW e postproduzione, al quale vi rimando. In PhotoLab 3 è stato però aggiunto un pannello per gestire meglio i livelli di regolazione.

PhotoLab 3: pannello Local adjustments.
PhotoLab 3: pannello Local adjustments.

Si tratta di una novità utile che rafforza il concetto di modifiche locali su livelli. Quello che continuo a non trovare troppo precisa è l’operatività generale delle maschere realizzate a pennello, utili più che altro per correzioni sporadiche e non troppo fini. Ciò che invece resta più interessante sono le modifiche che sfruttano i “control point” e la tecnologia U-Point, già punti di forza della Nik Collection.

Repair Tool

Lo strumento per la correzione di imperfezioni o la rimozione di elementi indesiderati nell’immagine diventa ora più avanzato: può essere ora usato sia in modalità “repair”, sia “clone”.

Lo strumento si attiva cliccando in alto, nella barra degli strumenti, sul pulsante con l’icona a forma di cerotto, che richiama quella del “pennello correttivo” di Photoshop. Oltre a scegliere se utilizzare la modalità repair o clone si possono variare la dimensione del pennello, la sfumatura (durezza) e l’opacità.

PhotoLab 3: repair tool e clone tool.
PhotoLab 3: repair tool e clone tool.

Se da una parte lo strumento funziona bene, dall’altro pecca di flessibilità: la sorgente e la destinazione dell’area da riparare o clonare hanno dimensione e forma identica e questo non rende sempre facile e immediato eseguire la modifica. Nel video si vede chiaramente.

Consiglio l’aggiornamento a PhotoLab 3?

Dipende: se avete già acquistato PhotoLab 2 in passato, non pensate di cambiare a breve fotocamera oppure obiettivi e non avete un particolare interesse per il nuovo pannello HSL vi direi di no. Continuate a utilizzare la vecchia versione; magari aspettate PhotoLab 4 dove potrebbero essere introdotte novità più sostanziose o perfezionate quelle attuali.

A chi consiglio PhotoLab 3

PhotoLab 3 è un software venduto solo con licenza perpetua e a un prezzo concorrenziale. In fondo all’articolo inserisco il link del sito del produttore per vedere le opzioni di acquisto e i prezzi. Nel caso in cui siate interessati potete scaricare prima la versione di prova gratuita. Vi suggerisco di acquistare la versione Elite perché nella Essential mancano le funzionalità di punta di questo software.

Per gli utilizzatori di fotocamere Fujifilm

Purtroppo, PhotoLab 3 non è ancora compatibile con la maggior parte dei file RAF, i raw di casa Fuji. In questa pagina trovate l’elenco dei pochi modelli supportati. È una mancanza non da poco che lascia campo libero a Capture One e Lightroom.

Fotocamere micro4/3

Ho iniziato a usare i Software DxO, Optics Pro prima e PhotoLab poi, proprio nel periodo in cui fotografavo con corpi macchina micro4/3: si tratta del formato con cui questo programma dà il meglio di sé, sia in termini di sviluppo dei file sia di riduzione del rumore. Sensori più piccoli necessitano più di altri di una buona funzionalità di riduzione del rumore e l’algoritmo PRIME è quanto di meglio ci sia ancora sul mercato.

Sony

Attualmente sto utilizzando fotocamere Sony, sia full frame, sia APS-C e il mio interesse per PhotoLab è un po’ diminuito. Non riscontro più quel vantaggio indiscutibile come in passato e sto valutando anche altre soluzioni anche se c’è un fattore importante che gioca a favore del software della DxO: il prezzo.

PREZZO

PhotoLab 3 si colloca in una fascia di prezzo intermedia e una volta acquistato è vostro per sempre. Per la mia attività pago annualmente l’intera Creative Cloud di Adobe, che ha un costo ben più alto della sola suite per fotografi (Lightroom e Photoshop). Uso anche altri software, sia per il trattamento delle immagini sia per impieghi differenti. Insomma, le spese mensili e annuali non sono poche e un software come DxO si ammortizza abbastanza bene.

Questo discorso credo valga ancora di più per chi non utilizza il programma per lavorare.

Link al sito di DxO PhotoLab, dove è possibile scaricare anche la versione di prova del programma: https://www.dxo.com/dxo-photolab/

Condividi


Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami di