Non siamo pronti per l’addio alle reflex

15 Febbraio 2020 - Categoria: Tecnologia

Non è un articolo reflex Vs. mirrorless e non parlerò nemmeno della possibile fine delle reflex o della loro longevità: voglio fare piuttosto un aggiornamento sulla situazione. Siamo a metà febbraio 2020, la banderuola del mercato non trova pace e le nuove proposte di Nikon prima e di Canon poi hanno aggiunto nuovi tasselli per l’analisi.

In un episodio di Click&Cast, il podcast che conduco con Enzo Alessandra, abbiamo affrontato da poco l’argomento (Reflex nel 2020! Cosa sta succedendo?) ma nel giro di un paio di settimane c’è stata una novità che aggiunge nuovi elementi all’analisi già fatta.

Le reflex nel 2020

Partiamo dal principio: poco dopo l’inizio del 2020 Nikon lancia a una nuova reflex “ibrida” di fascia media: la Nikon D780, una reflex full frame con alcune caratteristiche mutuate dalle mirrorless.

Nikon D780
Nikon D780

Il 2020 è l’anno delle Olimpiadi a Tokyo e nessuno aveva dubbi che sia Canon sia Nikon avrebbero presentato una nuova reflex top di gamma. L’uscita di un corpo macchina reflex mid-range però ha un po’ sorpreso e riacceso il dibattito sul futuro delle reflex.

In questo scenario, Canon aveva rilasciato dichiarazioni ufficiali che facevano pensare a una rotta opposta rispetto a quella di Nikon, ovvero cessare la produzione delle ottiche con attacco EF (reflex) per concentrarsi solo sui nuovi obiettivi con baionetta R (mirrorless). Questa scelta poteva far pensare all’abbandono della produzione di nuovi modelli reflex, fatta eccezione per una top di gamma, e invece ecco che un paio di giorni fa viene presentata la Canon 850D. La Canon 850D diventa la nuova reflex top di gamma del settore entry-level: farcita con alcune funzionalità dei corpi di fascia superiore, verrà messa in vendita a costo indicativo di circa mille euro.

Ora che ho riassunto la situazione veniamo alle considerazioni.

Perché producono nuove reflex?

La prima considerazione è che ci sono molti fotografi, amatori e professionisti, che possiedono un nutrito parco ottiche per i corpi reflex e l’idea di (s)vendere tutto per passare a mirrorless, oppure di abbandonare il vecchio sistema, non va loro a genio. Ma era una considerazione che avevamo già fatto.

La seconda considerazione è che probabilmente c’è ancora mancanza di fiducia nei nuovi sistemi. Sony è da anni nel settore delle mirrorless, così come Fuji, Panasonic, Olympus, ma Canon e Nikon sono arrivate con un po’ di ritardo e con prodotti ancora da perfezionare. È vero, stanno lavorando sodo e anche le ottiche già immesse sul mercato (e la roadmap di quelle in programma) lo dimostrano.

Il fatto che Nikon abbia prodotto un sistema ibrido fa pensare che da una parte voglia catturare coloro che hanno intenzione di mantenere reflex ma senza rinunciare ad alcune funzionalità delle mirroless, ma dall’altra sembra un modo per traghettare gradualmente gli utenti verso le senza specchio.

La scelta di Canon invece la trovo meno chiara: propone un modello circa entry level quando ha dichiarato che non svilupperà ulteriormente, salvo richieste eccezionali, il sistema di ottiche EF.

Conclusioni, per ora…

Tirando le somme: le fotocamere reflex occupano ancora un posto importante, anche a livello psicologico, nella scelta degli strumenti per fotografare. In parte ciò è dovuto a motivazioni economiche (possiedo un parco ottico completo), in parte a resistenze e diffidenza verso le mirrorless. Senza dimenticare che il prezzo d’ingresso nei nuovi sistemi senza specchio non è così basso e spesso la “vecchia” attrezzatura subisce forti svalutazioni in termini di vendita sull’usato.

Per come la vedo io, per fotografare vanno bene entrambi i sistemi: le reflex, oltre a un sistema di ottiche completo, offrono a chi cerca una prima fotocamera modelli nuovi a prezzi contenuti. Io preferisco le mirrorless che, seppur non a breve, sostituiranno le reflex, ma è una scelta del tutto personale. In ogni caso, il mercato contemporaneo è sempre più volubile e rende difficile prevedere trend e tempistiche: le recenti mosse di Canon e Nikon ne hanno dato l’ennesima dimostrazione.

Condividi


Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami di