A cosa serve il ritaglio al 100%

9 gennaio 2017 - Categoria: Software

Cos’è un ritaglio al 100%

In fotografia si parla di ritaglio al 100% (o crop al 100%) quando, ritagliando una porzione d’immagine digitale, non ridimensioniamo l’area ritagliata.
Per essere più chiaro spiegherò prima come si effettua praticamente un ritaglio al 100% e poi la sua importanza.

Come si fa un ritaglio al 100% in Photoshop

Una volta aperta l’immagine, senza ridimensionarla, si seleziona lo strumento taglierina (crop tool) e si verifica che i campi larghezza, altezza e risoluzione nella barra dello strumento non contengano valori. A questo punto si traccia l’area da ritagliare. Le dimensioni dell’area tracciata, ai fini della correttezza della procedura, non sono importanti: qualunque porzione venga ritagliata utilizzando queste impostazioni sarà sempre un ritaglio al 100% dell’immagine originale. Tuttavia, come spiegherò meglio in seguito, ritagliare un’area molto ampia ridurrà i benefici del ritaglio stesso.

Photoshop - crop tool
Photoshop – crop tool

Una volta eseguito il ritaglio (ma questo vale anche per l’immagine originale) l’immagine andrà anche visualizzata a dimensioni “reali” (al 100%). Per farlo ci sono più metodi. Indicherò quelli utilizzabili in Adobe Photoshop, ma alcuni sono validi per la maggior parte dei programmi di visualizzazione. Dal menu “visualizza” cliccare su “pixel reali” (nelle versioni più recenti di Photoshop cliccare su 100%); oppure fare doppio click sulla lente d’ingrandimento nel pannello degli strumenti (strumento zoom o zoom tool); oppure con la scorciatoia predefinita da tastiera CTRL+ALT+0 in ambiente Windows o CMD+ALT+0 in ambiente MacOS; oppure digitare il valore ‘100’ nel campo che indica la percentuale di ingrandimento dell’immagine.

Photoshop - zoom tool
Photoshop – zoom tool

Perché è importante il ritaglio al 100% e qual è la sua utilità

In generale visualizzare un’immagine al 100% (alle sue dimensioni reali) è importante per capire la reale qualità della fotografia (se la focheggiatura è corretta, la sua nitidezza…) o dell’ottica con cui è stata scattata (per esempio per confrontare la resa centro-bordi).
Vediamo un esempio pratico. La foto riportata sotto è stata scattata a mano libera con una fotocamera Canon 5D classic (old) e l’ottica Canon EF 100 mm f/2,8 Macro USM. Ridimensionandola per il web può sembrare un’immagine accettabile. (Di seguito l’immagine ottenuta ridimensionando l’originale a 700 px sul lato lungo).

Immagine ridimensionata
Immagine ridimensionata

Se invece osserviamo il ritaglio al 100%, vediamo come l’immagine soffra di mosso e non sia utilizzabile. (l’esempio è qui sotto).

Immagine (mossa) - Crop 100%
Immagine (mossa) – Crop 100%

Se vogliamo pubblicare un’immagine su web per mostrarne la reale qualità o per corredare un test comparativo dovremmo pubblicare un file molto pesante (in termini di megabyte) e di grandi dimensioni (in termini di pixel). Senza contare che alcuni servizi o interfacce web ridimensionano automaticamente le immagini considerate troppo grandi, rendendo vani i nostri intenti di caricare immagini a dimensioni reali.
Per ovviare a queste problematiche si usa il ritaglio al 100%.
Trattandosi di ritagli esemplificativi, consiglio di non selezionare aree molto grandi altrimenti il ritaglio rischia di venire comunque ridimensionato o ridotto, ed è inoltre poco pratico in termini di usabilità.

Di seguito un secondo esempio. Prima vedete l’immagine intera ridimensionata (immagine test scattata a mano libera: jpg diretto realizzato con una fotocamera Sony alpha 6000 e ottica Sigma 19 mm f/2,8 DN Art), poi alcuni ritagli, di dimensioni differenti e di aree differenti, ma tutti al 100%.

Immagine ridimensionata
Immagine ridimensionata
Crop 100%
Crop 100%
Crop 100%
Crop 100%
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami di