Hard-disk esterno: WD Elements 4 TB per archiviazione e backup

22 maggio 2017 - Categoria: Attrezzatura

Il backup dei file è un’operazione di fondamentale importanza: documenti digitali, immagini e filmati troppo spesso sono conservati soltanto sul disco interno del computer. Quando esso smette di funzionare (e prima o poi, fisiologicamente, accadrà), inizieranno i problemi.
Ma dell’importanza di eseguire copie di backup ho già parlato in questo articolo; oggi parlerò di una specifica soluzione che ho adottato nelle ultime settimane: il disco esterno WD Elements USB 3.0 da 4 TB.

 

Specifiche tecniche

WD Elements 4 Tb

Dimensioni (LxAxP): 4,8×16,6×13,5 cm
Peso: 0,91 Kg
Interfaccia: USB 3.0 (compatibile 2.0)
Capacità: 4 Tb
Sistemi Operativi: Windows e MacOs (con opportuna formattazione)
Contenuto della confezione: HDD, cavo USB, alimentatore
Note: Design elegante e sobrio; silezioso.

 

Se avete già letto l’articolo richiamato poco sopra, nel paragrafo dedicato agli hard-disk esterni indicavo come mia principale soluzione di backup i dischi Western Digital Elements e Toshiba Canvio Basic da 2,5” con capacità 1 Tb.

Perché allora ho acquistato un disco esterno più grande (di dimensioni e capacità) non auto-alimentato?

La risposta è semplicissima. L’aumento dei file d’immagine stava rendendo impellente l’acquisto di una nuova coppia, la terza, di dischi da 1 Tb (uno per archiviare i file e uno come copia di backup). L’ingombro di un terzo hard-disk (HDD) portatile avrebbe vanificato uno dei principali vantaggi dell’usare dischi da 2,5” auto-alimentati: la portabilità. Senza contare che mi sarei trovato con l’archivio delle immagini frammentato in 3 dischi differenti, cosa davvero poco pratica, soprattutto per fare ricerca o catalogazione.
Pensando poi che ho anche altri dischi da 1 Tb su cui archivio altri tipi di file, era giunto il momento di iniziare a razionalizzare le unità esterne.

La domanda che potrebbe sorgere è perché non abbia comprato un NAS (Network Attached Storage). Lo farò sicuramente, ma è una scelta che volevo ponderare con calma e non con l’urgenza di salvare alcuni file che si trovavano solo sul disco interno del computer.

 

Formattazione

Per usare l’HDD sia con macchine equipaggiate con sistema operativo Windows sia con MacOs, è necessario riformattare il disco esterno con file system di tipo exFAT. Un disco così formattato viene letto e, soprattutto, scritto da entrambi i sistemi operativi.

 

Dopo la (ri)formattazione ho trasferito nel WD Elements da 4 Tb il contenuto dei due dischi esterni da 1 Tb che già possedevo e i file ancora non archiviati presenti sul disco interno del computer. I precedenti 4 dischi esterni da 1 Tb (2 per l’archivio + 2 contenenti la copia di backup) sommati hanno anch’essi capacità di 4 Tb, quindi ospiteranno la copia di sicurezza dei file già trasferiti e di quelli che nel tempo andrò ad archiviare sul nuovo WD Elements. Trattandosi di unità con interfaccia USB 3.0, quindi relativamente recenti, sarebbe stato un peccato non riutilizzarli.

 

Conclusioni

WD Elements USB 3.0 - Connettori

WD Elements USB 3.0 – Connettori

Non lavoro direttamente sui dischi esterni che uso per archiviazione e backup: una volta che ho trovato i file che mi servono li copio sul disco del computer per usarli o modificarli. Così come non tengo i dischi esterni sempre accesi e connessi al computer. Li collego solo quando serve.
Dico questo perché, nonostante l’interfaccia USB 3.0 non sia lenta, chi avesse necessità di performance superiori deve acquistare un altro tipo di prodotto, considerando però che prodotti più performanti hanno prezzi di gran lunga maggiori. Io stesso possiedo un disco esterno su cui lavoro direttamente: si tratta di un disco SSD da 1 Tb ospitato all’interno di un box esterno Neutrino Thunder D3 e collegato all’iMac tramite interfaccia Thunderbolt. Il solo prezzo del box esterno senza dischi è superiore a quello del WD Elements da 4 Tb. Aggiungendo il disco SSD da 1 Tb da inserire nel box Thunderbolt la forbice della spesa si allarga esponenzialmente.

Sottolineo ciò perché, per l’uso che ne faccio, il Western Digital Elements da 4 Tb è davvero un buon acquisto e credo che la maggior parte degli utenti ne sarebbe soddisfatta. Per usi specialistici o in cui sono richieste maggiori performance potrebbe però non essere adatto. Ma non dimentichiamo mai che il suo prezzo (link Amazon) è davvero interessante e in 4 Tb di storage di documenti e immagini ce ne vanno molti.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami di