DxO PhotoLab 2: vale la pena acquistare l’aggiornamento?

24 novembre 2018 - Categoria: Software

DxO PhotoLab 2

Pochi giorni fa DxO ha rilasciato PhotoLab 2, la nuova versione del software per lo sviluppo dei file RAW e la postproduzione. Delle caratteristiche di questo programma ho già parlato nell’articolo DxO PhotoLab: sviluppo dei file RAW e postproduzione e nel video su YouTube Quali software uso per sviluppare i RAW: rimando a entrambi per un approfondimento.

Nell’articolo di oggi vorrei invece concentrarmi sulle novità della versione 2 e se conviene o meno, per chi ha già la versione precedente, effettuare l’upgrade. Dico da subito che non avevo intenzione di aggiornare il software: le novità introdotte non mi interessavano abbastanza per spendere per l’upgrade. L’unico motivo per cui ho cambiato idea è stato lo sconto del 50% (valido fino al 26 novembre) in occasione del Black Friday.

Novità introdotte in PhotoLab 2

Come dicevo nell’articolo indicato nel primo paragrafo, Photo Lab è un software sempre più simile ad Adobe Lightroom e la prima novità riguarda proprio l’introduzione di un nuovo sistema di ricerca dei file. Al posto del pannello “Organize” troviamo la PhotoLibrary che permette una ricerca avanzata in base a diversi criteri.

La seconda novità riguarda lo strumento ClearView Plus, pensato per ridurre la foschia ma utilizzabile anche per ottenere effetti creativi (ne ho parlato in Differenze fra DxO Photolab Essential ed Elite). Lo strumento era già presente nella versione precedente, ma i produttori dicono di averlo migliorato. L’unica immagine su cui l’ho testato non ha mostrato particolari differenze rispetto alla prima versione, ma un unico test veloce non è sufficiente per capire se e quali miglioramenti ci siano stati.

La terza novità è la più interessante ma riguarda un gruppo più ristretto di utenti: consiste nella poter utilizzare i profili colore DCP (DNG camera profile), richiamabili dal pannello color > color rendering > DCP profile.

Photolab 2 - DCP profile
Photolab 2 – DCP profile

Nik Collection by DxO

In contemporanea con PhotoLab 2 è stata rilasciata anche una versione aggiornata della Nik Collection by DxO. Si tratta di un aggiornamento che riguarda solo il codice, finalizzato a incrementare la compatibilità con i sistemi operativi e i software di terze parti più recenti. Le funzionalità operative sono le stesse della versione precedente. Ho citato la Nik Collection perché mi aspettavo che in PhotoLab 2 avessero integrato l’accesso diretto ai plugin della Nik Collection, invece non è stato così.

Conclusioni

Immagino che il mio pensiero sia chiaro. Chi non possiede la prima versione di PhotoLab e vuole iniziare a usare questo software non può che acquistare la versione 2.
A chi invece possiede già PhotoLab e si sta chiedendo se valga la pena spendere per acquistare PhotoLab 2, tendenzialmente mi sentirei di dire  che, allo stato attuale del programma, non conviene.

Io stesso avrei rinunciato all’acquisto, ma uno sconto del 50% non ricapiterà e utilizzando il software per lavoro ho deciso di spendere questi 45 euro per l’upgrade, in previsione degli aggiornamenti futuri e del supporto per nuove fotocamere e obiettivi. I link per scaricare le versioni di prova e per acquistare i programmi della DxO li trovate nell’articolo
DxO PhotoLab: sviluppo dei file RAW e postproduzione quindi non sto a ripeterli qui.

Colgo l’occasione per ricordare che dall’apertura del canale YOUTUBE il blog viene aggiornato molto di rado. Su YouTube pubblico principalmente video riguardanti la fotografia quindi, se l’argomento vi interessa e volete seguirmi su quella piattaforma, iscrivetevi al canale. Per notizie brevi, aggiornamenti estemporanei e novità utilizzo le storie sul profilo Instagram.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami di